Nuove etichette Carburanti

Etichette carburante. Dallo scorso 12 Ottobre ci sono diverse novità che riguardano il rifornimento di benzina. Fortunatamente questa volta non si tratta di rincari, ma di una nuova terminologia per definire: benzina, diesel, gpl o metano.

Tali novità si definiscono “etichette del carburante”. Volute dall’Unione Europea, avranno forma e denominazione specifica e serviranno a qualificare meglio il tipo di carburante, indicando esattamente le percentuali della miscela con la quale sono composti.

Lo scopo della direttiva europea 16942 (riferita all’art. 7 della Direttiva DAFI 2014/94/UE), è quello di conformare le tipologie di combustibili per tutti gli Stati dell’Unione Europea.

 

Nuove etichette benzine

  • E5 identifica la benzina che contiene il 5% di alcol etanolo;
  • E10 identifica la benzina che contiene il 10% di componenti bio;
  • E85 identifica la benzina che contiene l’85% di componenti bio;

 

Nuove etichette diesel

  • B7 identifica il diesel che contiene il 7% di componenti bio;
  • B10 identifica il diesel che contiene il 10% di componenti bio;
  • B100invece vale per il puro biodiesel;

 

Nuovo etichette GAS : gpl metano

  • CGN identifica il metano per auto;
  • LPG vale per i mezzi pesanti ossia il Gpl;
  • H2 è la sigla identificativa dell’idrogeno.